Ottimi contenuti  ed esperienza utente sono il fattore chiave

I motori di ricerca non dipendono più sulla corrispondenza delle parole chiave (keywords) sulle pagine web.
Le modifiche più recenti (agli algoritmi di Google) vanno verso la comprensione dei concetti.
In questo modo, le strategie di SEO che fanno affidamento  sulle parole chiave sono strategie obsolete per degli algoritmi che non esistono più.

Nel 2012, Google ha annunciato un allontanamento dalle stringhe ed un avvicinamento al concetto dell’understanding things che è stato poi al centro di Knowledge Graph. Il Knowledge Graph in sé aveva lo scopo di migliorare la “nuova generazione” di ricerca.

La successiva grande modifica rispetto al passato, è stata introdotta nel 2013 con l’aggiornamento Hummingbird.
La conseguenza è stata che i siti web migliori non sempre dispongono delle parole chiave utilizzate per trovarli.

Questo è un cambio radicale rispetto al recente passato, dove la prima richiesta di una grande maggioranza di clienti è stata: “voglio essere primo per queste parole chiave…”
Non è più fattibile posizionare un sito in questo modo!

La domanda che nessuno (pochi) sta facendo è questa: Se Google si è allontanato dal far corrispondere una ricerca a delle parole chiave su una pagina web, perché ci si continua a preoccupare delle parole chiave sulle pagine web?

E, soprattutto, come si fa a ottimizzare un sito per un motore di ricerca che sta esaminando più di semplici parole chiave?
Google valuta un sito anche attraverso la user experience e presta attenzione anche ai diversi significati che hanno le parole, affinando la ricerca interpretando quanto l’utente ricerca.

Google non analizza più solo il testo, vuole accesso anche ai CSS ed ai JS in modo da poter visualizzare il sito così come lo vede un normale utente.
Una parte di questa analisi si concentra anche sull’identificazione del sito come mobile friendly.
Dalla primavera del 2015 avere quindi un sito compatibile su smartphone e tablet è diventato molto importante.

Siamo molto lontani dai metodi di posizionamento che c’erano prima del 2011/2012.

Chi vi sviluppa il sito web, deve assolutamente essere a conoscenza del funzionamento dei motori di ricerca e dei diversi social network. Fin dall’inizio si deve pensare alla struttura in ottica di posizionamento, dato che farlo a posteriori potrebbe essere problematico.

Il successo su Google è un insieme di diversi fattori, legati uno all’altro. Dimenticare o tralasciare dei pezzi, diventa penalizzante.

Dwell time

Dwell time è un termine che indica quanto tempo le persone spendono, ad esempio, guardando una pubblicità.
In ambito web si traduce nel tempo che un utente passa sul vostro sito o su una pagina specifica.

Mantenere i visitatori del sito sul proprio sito abbastanza a lungo per eseguire l’azione desiderata (click su un link, acquisto di un prodotto, etc…), è critica. I visitatori del sito che immediatamente cliccano su Indietro, per i motori di ricerca sono un “segnale implicito” ai motori di ricerca stessi che il vostro sito non ha colpito nel segno.
Anche se questo potrebbe non influenzare direttamente il ranking nel breve termine, nel lungo termine invece è possibile (algoritmi che identificano questo problema).

Trattenere i visitatori sul proprio sito il più a lungo possibile è quindi un altra chiave per un successo nel lungo termine.

Maggior motore di ricerca in Svizzera

google.ch 74%
google localizzato in altre nazioni (non CH) 21%
altri motori di ricerca (Yahoo, Bing, …) 5%

Quota di mercato di Google in Svizzera

  • Quota di mercato di Google in Svizzera

Motori di ricerca

  • Google è il primo sito in Svizzera ed in molti altri paesi (fonte: Alexa)
  • A livello mondiale Google detiene circa il 88% delle ricerche totali (fonte: StatCounter.com)
  • In Svizzera la percentuale detenuta da Google é di circa il 95% (fonte: StatCounter.com)

Importanza dei contenuti

Non ci sono trucchi! Sono i contenuti del vostro sito che fanno la prima grande differenza tra il successo di un sito sui motori di ricerca o l’oblìo.

Pensate all’utente che effettua una ricerca: il vostro sito comparirà nelle ricerche solo se è pertinente con la ricerca che viene effettuata.

Non chiedete di indicizzare il vostro sito, se lo stesso è povero di contenuti, mal gestito o mai aggiornato. Sarà impossibile soddisfare qualsiasi richiesta.

Fattori importanti

Google presta totale attenzione a diversi fattori e comprenderli è fondamentale per capire il perchè del successo o insuccesso delle vostre pagine web.

Oltre ai contenuti, si deve anche prestare attenzione ad altre decine di piccoli fattori che permetteranno di fare trovare il vostro sito.

Capire tutto questo è il primo passo per poter affrontare il discorso del posizionamento ed indicizzazione del vostro sito web.

Posizionamento di un sito

Scopri qualcosa in più sul posizionamento di un sito e sull'importanza dei contenuti.

Ottimizzazione web

Hai un sito lento? Poco performante? Di più sulla velocità di apertura delle pagine web!

Consulenza WordPress

Hai un sito in WordPress che ha problemi di sicurezza e lentezza? Guarda un po’ qui…